Incerto mondo

Enrico Campofreda

Bimbi di Kobanê

Bimbi di Kobanê

Deboli fra i deboli per oppressioni e guerre, e in ogni caso speranza, pur davanti a un presente incerto, i bambini calamitano l’attenzione dei media e della solidarietà. I volti dei piccoli creano audience, attirano il voyerismo pubblicitario di quella propaganda che punta sui sensi di colpa individuali per proporre sostegni pecuniari al business di certa cooperazione, che taluni governi… Leggi tutto

Kobanê, la buona scuola per contrastare l’Isis

Kobanê, la buona scuola per contrastare l’Isis

La forza di certa politica rivolta al popolo sta nel realizzare quel che serve in maniera opposta al populismo che spesso enuncia solo e non fa. Dal Rojava – regione sul confine turco-siriano dove la vita è comunque bella seppur difficile, visto che gli abitanti devono vedersela coi miliziani neri dell’Isis – giungono notizie su una particolare riforma della scuola…. Leggi tutto

Arin Mirkan, un doppio sogno per le vite degli altri

Nei suoi occhi di ragazza Arin Mirkan guarda il mondo con un sorriso. Ci piace pensare lo facesse anche verso quel mondo cupo che si presenta bardato di nero fin sulle porte della sua Kobane, la cittadina della resistenza. Sorride difendendo la propria gente cui era legata come ai suoi figli. Per questo popolo lei sacrifica la vita alla maniera… Leggi tutto

Enrico Campofreda

Giornalista. Dal 1985 al 2000 ha scritto di sport su: Paese Sera, Il Messaggero, Corriere della Sera, Il Giornale, La Gazzetta dello Sport, Il Corriere dello Sport. Dal 2006 al 2011 di politica sociale ed estera su Il Manifesto e Terra. Attualmente scrive di politica estera per alcuni quotidiani online. Ha pubblicato: – L’urlo e il sorriso, 2007, Di Salvo, Napoli – Hépou moi, 2010, ABao AQu, Rovigo – Diario di una primavera incompiuta, 2012, ABao AQu, Rovigo – Afghanistan fuori dall’Afghanistan, 2013, Poiesis, Alberobello – Leggeri e pungenti, 2017, Lorusso Editore, Roma.

Utenti online