Incerto mondo

Enrico Campofreda

Boochani, il mondo che perseguita i rifugiati

Boochani, il mondo che perseguita i rifugiati

Una lettera. Ha affidato a una lettera il riassunto della propria dura esperienza, e dopo la lettura a Ferrara durante il Festival della rivista Internazionale, si è discusso. D’una storia del Terzo Millennio legata all’origine etnica, al lavoro d’informazione, alla repressione presente in troppi e vari sistemi, alla fuga per sopravvivere, alla condizione di naufrago-rifugiato e poi carcerato per leggi… Leggi tutto

Ahmet Altan, la forza del pensiero

Ahmet Altan, la forza del pensiero

Non rivedrà più il mondo che ama, fatto di belle lettere e ottime letture, di un Paese adorato  trasformato in una trappola per uomini e donne, quelli di cultura e di buona volontà e chiunque abbia una testa sulle spalle, si nutra del desiderio di capire, sia orgoglioso di esprimere ciò che ha nella testa e nel cuore. Eppure il… Leggi tutto

Enrico Campofreda

Giornalista. Dal 1985 al 2000 ha scritto di sport su: Paese Sera, Il Messaggero, Corriere della Sera, Il Giornale, La Gazzetta dello Sport, Il Corriere dello Sport. Dal 2006 al 2011 di politica sociale ed estera su Il Manifesto e Terra. Attualmente scrive di politica estera per alcuni quotidiani online. Ha pubblicato: – L’urlo e il sorriso, 2007, Di Salvo, Napoli – Hépou moi, 2010, ABao AQu, Rovigo – Diario di una primavera incompiuta, 2012, ABao AQu, Rovigo – Afghanistan fuori dall’Afghanistan, 2013, Poiesis, Alberobello – Leggeri e pungenti, 2017, Lorusso Editore, Roma.

Utenti online