Incerto mondo

Enrico Campofreda

Pasolini, l’infelicità della Storia borghese

Pasolini, l’infelicità della Storia borghese

Il calendario dice: quaranta. Sono gli anni trascorsi dalla morte di Pier Paolo Pasolini. Che se il Destino gliel’avesse concesso, se non si fosse accanito attraverso la subdola e collettiva mano di assassini e mandanti, potrebbe oggi essere un ultranovantenne e magari parlare alla maniera dell’ultimo Ungaretti. Eppure alla lacerazione subìta con la sua scomparsa non è seguito il vuoto…. Leggi tutto

Enrico Campofreda

Giornalista. Dal 1985 al 2000 ha scritto di sport su: Paese Sera, Il Messaggero, Corriere della Sera, Il Giornale, La Gazzetta dello Sport, Il Corriere dello Sport. Dal 2006 al 2011 di politica sociale ed estera su Il Manifesto e Terra. Attualmente scrive di politica estera per alcuni quotidiani online. Ha pubblicato: – L’urlo e il sorriso, 2007, Di Salvo, Napoli – Hépou moi, 2010, ABao AQu, Rovigo – Diario di una primavera incompiuta, 2012, ABao AQu, Rovigo – Afghanistan fuori dall’Afghanistan, 2013, Poiesis, Alberobello – Leggeri e pungenti, 2017, Lorusso Editore, Roma.

Utenti online