Incerto mondo

Enrico Campofreda

Pedofilia e turismo sessuale piaghe mondiali

Pedofilia e turismo sessuale piaghe mondiali

Fra le tristi storie che giungono dall’Afghanistan è da tempo nota, perché ha anche riempito le cronache del terrorismo kamikaze cui talvolta sono costretti, quella dello sfruttamento sessuale di bambini e ragazzi. In parte legata alla condizione di miseria in cui versa la popolazione di isolate province rurali che conduce le famiglie a cedere per denaro la prole maschile per… Leggi tutto

Palmira, nessuno tutela la Storia

Palmira, nessuno tutela la Storia

Non si difendono le vite umane, figurarsi le pietre. Nonostante siano sassi che hanno fatto la Storia, come i siti dove sorgono: Tadmor, già passaggio commerciale in epoca assira, diventata Palmira in età greca e romana. Così le vestigia imperiali della facciata del teatro sono finite in polvere assieme al Tetrapilo, quattro gruppi di quattro colonne ciascuno del periodo di… Leggi tutto

Profughi in Libano, in corsa per la vita

Profughi in Libano, in corsa per la vita

Lo scatto, la grinta, la voglia d’andare oltre e sognare sono tutti in questo flash che non è solo di gara. Rappresentano uno squarcio di vita per adolescenti che hanno l’orizzonte squarciato da abbandoni e guerre. La pista che li ha ospitati si trova nello stadio di Sidone, in Libano, dove in contemporanea con altre località italiane e del mondo… Leggi tutto

Mafraq: la scuola e l’igiene

Mafraq: la scuola e l’igiene

Fra i molti campi sparsi in Medio Oriente, dove sono ammassati i profughi siriani che non hanno intrapreso la traversata della vita o della morte sui gommoni dei trafficanti della disperazione, ce n’è uno in Giordania gestito dalla onlus italiana Vento di Terra. “Chi getta semi al vento farà fiorire il cielo” recita un distico che riassume efficacemente il viatico… Leggi tutto

22012015103715_sm_10502

Khama, esempio di storia di sopraffazione di genere introdotta dalle guerre

Il tristissimo caso di Khama è uguale ad altre storie di sopraffazione di genere introdotte dalle guerre. E dalla stessa pace. Certo dove imperversa la violenza, per decenni o per mille e mille anni, queste situazioni si sono ripetute. E’ un tempo fermo e infinito, che assimila stupri e oppressione sessuale a quel mondo maschile incentrato sul potere della forza… Leggi tutto

30102014125142_sm_9542

Scuole Opawc, tra paura di mostrarsi e orgoglio d’imparare

Quando l’occhio meccanico appare e si rivela le giovani, impaurite, girano la faccia verso il muro. Svicolano, quasi fuggono. Infine i volti scompaiono dietro i veli multicolori. Non vogliono farsi fotografare. A nulla valgono le rassicurazioni dell’insegnante: mai e poi mai le immagini appariranno sui giornali locali. “Sono terrorizzate perché in tante vengono qui senza che padri o mariti lo… Leggi tutto

15092014170841_sm_8959

Tra mille problemi si torna a scuola anche a Gaza

Non mancano solo i banchi, in molti casi non c’è più la scuola, ridotta a un cumulo di macerie. E soprattutto non ci sono tanti compagni, finiti sotto le bombe dell’ennesimo sterminio. Immotivato. Il ministero dell’Educazione di Gaza, Ziad Thabet, annunciando l’inizio dell’anno scolastico per i bambini delle primarie ha offerto alcune cifre: a lezione andranno in 230.000, in gran… Leggi tutto

Enrico Campofreda

Giornalista. Dal 1985 al 2000 ha scritto di sport su: Paese Sera, Il Messaggero, Corriere della Sera, Il Giornale, La Gazzetta dello Sport, Il Corriere dello Sport. Dal 2006 al 2011 di politica sociale ed estera su Il Manifesto e Terra. Attualmente scrive di politica estera per alcuni quotidiani online. Ha pubblicato: – L’urlo e il sorriso, 2007, Di Salvo, Napoli – Hépou moi, 2010, ABao AQu, Rovigo – Diario di una primavera incompiuta, 2012, ABao AQu, Rovigo – Afghanistan fuori dall’Afghanistan, 2013, Poiesis, Alberobello – Leggeri e pungenti, 2017, Lorusso Editore, Roma.

Utenti online