Incerto mondo

Enrico Campofreda

Hanan, la maestra della non violenza

Hanan, la maestra della non violenza

Varkey Foundation è un organismo no-profit, si occupa di educazione di bambini che in ogni angolo del globo vivono disagi. Hanan al-Hroub è maestra e madre in un luogo di guerra non ufficiale, i Territori Occupati della Cisgiordania. Anni addietro ha messo in atto coi propri pargoli un metodo che ora le ha fatto vincere il “Global Teacher Prize 2016”…. Leggi tutto

Roboski, i massacri e la questione kurda

Roboski, i massacri e la questione kurda

“I ragazzi sono morti” dice il titolo che sibila come i colpi ricomparsi da mesi nel Kurdistan turco, le province del sud-est anatolico. E’ un romanzo d’inchiesta che la giornalista olandese Fréderike Geerdink ha realizzato attorno al massacro di Robovski, nel dicembre 2011, che può rappresentare il primo passo del riacceso conflitto turco-kurdo. A compierlo alcuni caccia dell’aviazione di Ankara… Leggi tutto

Regeni, morire per la cultura

Regeni, morire per la cultura

Morire al Cairo, alle soglie del deserto. L’hanno vissuto e provato molti egiziani in questi anni. Turbolentissimi per le speranze in corso, tutte tranciate dalla scure d’un potere che non fa sconti a nessuna utopia e neppure al desiderio di giustizia. In quest’Egitto Giulio Regeni, dottorando presso l’Università di Cambridge, s’era recato a raccogliere dati per una tesi sull’economia di… Leggi tutto

Enrico Campofreda

Giornalista. Dal 1985 al 2000 ha scritto di sport su: Paese Sera, Il Messaggero, Corriere della Sera, Il Giornale, La Gazzetta dello Sport, Il Corriere dello Sport. Dal 2006 al 2011 di politica sociale ed estera su Il Manifesto e Terra. Attualmente scrive di politica estera per alcuni quotidiani online. Ha pubblicato: – L’urlo e il sorriso, 2007, Di Salvo, Napoli – Hépou moi, 2010, ABao AQu, Rovigo – Diario di una primavera incompiuta, 2012, ABao AQu, Rovigo – Afghanistan fuori dall’Afghanistan, 2013, Poiesis, Alberobello

Utenti online