Incerto mondo

Enrico Campofreda

20062014121932_sm_7916

Selay Ghaffar, faccia a faccia tv coi warlords democratizzati

I volti seriosi e poi minacciosi di esponenti del partito Hezb-i Islami di Gulbuddin Hekmatyar – uno dei più efferati signori della guerra afghani – presenti nelle scorse settimane a una tavola rotonda sulle presidenziali,  organizzata dalla locale Khurdish Tv, non gradivano affatto d’incrociare sguardo e parole di Selay Ghaffar. Lei è presidente di Hawca (Humanitarian Assistance for the Women… Leggi tutto

18062014123818_sm_7884

Oltre il mainstream

“Senza voler entrare in altri modi di vedere, percepire, descrivere non si capisce niente del mondo”. Lo affermava Ryszardi Kapuściński uno dei grandi narratori geopolitici del globo terracqueo già prima che si globalizzasse. Se teniamo a debita distanza l’attitudine a esaltare anche chi merita, trarremo dalle sue parole una profonda verità. L’insegnamento di un giornalista impegnato a comprendere popoli e… Leggi tutto

Enrico Campofreda

Giornalista. Dal 1985 al 2000 ha scritto di sport su: Paese Sera, Il Messaggero, Corriere della Sera, Il Giornale, La Gazzetta dello Sport, Il Corriere dello Sport. Dal 2006 al 2011 di politica sociale ed estera su Il Manifesto e Terra. Attualmente scrive di politica estera per alcuni quotidiani online. Ha pubblicato: – L’urlo e il sorriso, 2007, Di Salvo, Napoli – Hépou moi, 2010, ABao AQu, Rovigo – Diario di una primavera incompiuta, 2012, ABao AQu, Rovigo – Afghanistan fuori dall’Afghanistan, 2013, Poiesis, Alberobello – Leggeri e pungenti, 2017, Lorusso Editore, Roma.

Utenti online